Buoni pasto

Continua ad essere di attualità il tema dei buoni pasto, una questione annosa che vede la  distribuzione e i pubblici esercizi come parte lesa della filiera, entrambi costretti a pagare alle società di emissione dei buoni delle commissioni anche superiori al 20%

Un punto centrale è avere la garanzia della solidità finanziaria delle società emettitrici, come il recente fallimento di “QUI Group!” ha posto in evidenza. Federdistribuzione, in coordinamento con Fipe, Ancc Coop e Ancd Conad, sta valutando un’azione giudiziale pilota con l’obiettivo di vedere affermato un principio di corresponsabilità del datore di lavoro pubblico di fronte all’inadempienza della società emettitrice, come avvenuto nella vertenza “QUI Group!”.

Contemporaneamente, sotto il coordinamento di Fipe, si sta definendo un’azione anche verso la Consip, con l’intento di fare accertare la mancata vigilanza sul caso “Qui Group !”, agendo in via risarcitoria nei confronti della Consip stessa. L’obiettivo di questa azione è quello di dimostrare come di fatto l’esercente (piccolo o grande che sia) sia sempre l’anello debole, costretto a stipulare i contratti con le società emettitrici vincitrici di gara per tenere il mercato.

Infine si sta discutendo in merito all’avvio di eventuali ulteriori iniziative anche di comunicazione finalizzate a denunciare una situazione inaccettabile e insostenibile da accompagnarsi alle due azioni legali di cui sopra.

La proposta è quella di esporre negli esercizi una locandina, in cui venga dettagliata la situazione del mercato dei buoni e le sue criticità che potrebbero in prospettiva portare impatti sul servizio offerto al consumatore. La diffusione di questa comunicazione associata alle azioni legali e ad un’adeguata campagna mediatica (conferenze stampa, comunicati, articoli di giornale, eventuali pagine pubblicitarie ecc.) potrebbe far meglio comprendere al grande pubblico e alle istituzioni il grave malessere degli esercizi “convenzionati” nei confronti del sistema dei buoni pasto.

Categoria: Articoli newsletter | Tag: .