Economia

Buttarelli: “I rincari non ricadano sulle famiglie”

L’andamento del “carrello della spesa” cresce ma in misura minore rispetto all’inflazione complessiva. Un dato che dimostra l’impegno delle imprese della Distribuzione Moderna impegnate a mantenere alti livelli di efficienza e una corretta concorrenza orizzontale.

Ma le tensioni inflattive su scala globale non potranno essere arginate a lungo, come spiega il Direttore Ufficio Studi e Relazioni con la Filiera, Carlo Alberto Buttarelli su Affaritaliani.it.


Le tensioni inflattive potrebbero avere maggiori conseguenze sul ‘carrello della spesa’ a partire dall’inizio del nuovo anno. È quindi necessario continuare a monitorare quale sarà la portata e la durata degli aumenti che stanno coinvolgendo una serie di materie prime, valutando soluzioni opportune che tutelino la difesa del potere di acquisto degli italiani. Non possiamo infatti pensare che i rincari ricadano sulle famiglie, aggravando pesantemente i loro bilanci e rischiando di compromettere la ripresa dei consumi e in ultima analisi del sistema economico del Paese”.

Leggi il servizio completo su affaritaliani.it

Articoli correlati