Comunicati Stampa - Comunicati stampa 2021

Consumi: il controllo della curva dei contagi fattore determinante per non compromettere la ripresa

Milano, 5 novembre 2021 – Prosegue il trend di ripresa dei consumi, come evidenziato dai dati Istat sulle vendite al dettaglio di settembre. Il dato complessivo sul commercio registra una variazione del +0,8% a livello congiunturale; il settore non alimentare riscontra un incremento del +1,1% su base mensile pur mantenendo a progressivo ancora un ritardo rispetto ai valori pre crisi. Per il comparto alimentare l’andamento si conferma in linea con le precedenti rilevazioni (+0,6% su base congiunturale).

«I livelli generali di consumo fanno segnare un nuovo miglioramento anche se si continua a registrare un andamento più lento per diversi comparti del non alimentare che hanno ancora terreno da recuperare sui valori pre – pandemici – commenta Carlo Alberto Buttarelli, Direttore Relazioni con la Filiera e Ufficio Studi di Federdistribuzione. Riscontriamo una certa cautela da parte del consumatore che si muove ancora con prudenza su alcune componenti d’acquisto. Rimane molto elevata l’attenzione sulle dinamiche di pressione sui prezzi che, qualora si trasferissero al consumo, potrebbero condizionare l’andamento delle vendite, incidendo negativamente sulla strada della ripresa».

«Stiamo attraversando una fase in cui la domanda interna ha la forte necessità di essere tutelata e sarà quindi determinante tenere sotto controllo la curva dei contagi scongiurando il rischio del ritorno a possibili limitazioni nelle ultime settimane dell’anno. Stiamo entrando infatti in un periodo essenziale per l’andamento economico di molti settori: un momento che culmina con le festività natalizie e che non deve essere compromesso in alcun modo per mantenere positivo l’andamento dei consumi e, di conseguenza, la crescita economica del Paese», conclude Buttarelli.

Consumi: il controllo della curva dei contagi fattore determinante per non compromettere la ripresa

Articoli correlati