Il Nostro Percorso

Collaborare per garantire una filiera sostenibile e responsabile

Verso una filiera responsabile 

La distribuzione rappresenta l’anello di congiunzione tra il mondo produttivo e quello del consumo. Un ruolo cruciale, che può essere d’impulso, sia a monte che a valle, per incentivare modelli di responsabilità e sviluppo sostenibile: con iniziative proprie, può fungere da sostegno per i diversi soggetti della filiera.  In questo senso Federdistribuzione da tempo promuove e valorizza i prodotti italiani attraverso campagne mirate sui prodotti stagionali, all’interno dei lavori dell’Organismo Interprofessionale dell’Ortofrutta

Rete del lavoro agricolo di qualità

Federdistribuzione ha partecipato a una grande operazione che ha visto la distribuzione unita nell’assumere a pieno un profilo etico capace di dare un forte impulso a tutta la filiera e, conseguentemente, una ricaduta sul consumatore caratterizzata ancora una volta da trasparenza e responsabilità.  Da quest’anno i fornitori agricoli diretti della distribuzione sono chiamati all’iscrizione alla “Rete del lavoro agricolo di qualità” o in alternativa alla certificazione secondo il modulo GRASP di GLOBAL GAP

Protocollo siglato con Coldiretti e Fai – Federazione Agricoltori Italiani

Federdistribuzione ha siglato un protocollo per promuovere i prodotti agricoli del Paese individuando, stagione dopo stagione, il prodotto topico del periodo da incentivare con corner ad hoc nei reparti ortofrutta dei punti vendita. 

La Federazione è stata inoltre protagonista di operazioni dettate dall’emergenza del momento, come l’attività a supporto dei produttori di latte sardo. Con una grande azione collettiva e promozionale per l’acquisto del Pecorino Romano, eccellenza del Made in Italy riconosciuta universalmente, la distribuzione ha dato un aiuto sostanziale ai produttori, incrementando le vendite in soli dieci giorni di oltre il 30%.  

Protocollo di intesa con il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali 

Nel 2017 Federdistribuzione ha siglato un protocollo con tutta la filiera e il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali per promuovere all’interno di tutta la filiera trasparenza, equità, legalità e rispetto dei diritti dei lavoratori, a partire dal contrasto al caporalato e allo sfruttamento in agricoltura sino al divieto delle aste online al doppio ribasso. Il settore intende proseguire su questo percorso, mettendo in campo nuove iniziative di contrasto all’illegalità.    

Articoli correlati