FD firma il protocollo con Regione Lazio per la riduzione dei rifiuti e il contrasto allo spreco alimentare

Roma, 15 ottobre 2019 – Ridurre la produzione di rifiuti e contrastare lo spreco alimentare, incentivando le sinergie di filiera. Con questo intento Regione Lazio, all’interno del più ampio “Piano dei rifiuti regionale”, e Federdistribuzione hanno firmato  un protocollo di intesa volto a contrastare i due fenomeni.
Diversi gli obiettivi dell’accordo: dall’avvio presso i punti di vendita di progetti per la raccolta degli oli esausti, al recupero e al riciclo del PET, tramite l’installazione di eco-compattatori negli stessi punti vendita, ma anche la riduzione della commercializzazione di prodotti in plastica monouso a favore di materiali riutilizzabili o biodegradabili.

Non mancheranno inoltre percorsi di educazione al consumo consapevole e campagne di comunicazione sulla sensibilizzazione ambientale e sul contrasto allo spreco alimentare nei punti vendita e negli istituti scolastici del Lazio.

“Abbiamo sottoscritto con convinzione il protocollo di intesa sulla riduzione dei rifiuti e contrasto allo spreco alimentare con la Regione Lazio – commenta Claudio Gradara, Presidente di Federdistribuzione –. Per Federdistribuzione e le sue imprese associate si tratta di un ulteriore tassello da aggiungere al percorso intrapreso già da diverso tempo, come dimostra l’attività triennale del progetto di filiera LIFE-Food.Waste.StandUp, dedicato alla riduzione dello spreco alimentare e all’incentivazione delle donazioni o l’operazione di eliminazione dai nostri scaffali delle stoviglie in plastica monouso entro il 30 giugno 2020, ben prima del recepimento della Direttiva europea. Siamo inoltre gli unici ad aver realizzato dal 2012 un Bilancio di Sostenibilità a livello di settore, che vedrà la sua quarta edizione nel 2020, evidenziando le iniziative messe in atto dalle aziende e fornendo una visione di insieme degli impegni presi in chiave di sostenibilità e Responsabilità Sociale d’Impresa”.

“Federdistribuzione è inoltre quotidianamente al lavoro nei territori per sviluppare progetti di sostenibilità e azioni in chiave di economia circolare – aggiunge Gradara -. Siamo fermamente convinti del ruolo fondamentale che ricoprono le istituzioni quale collante tra i diversi soggetti della filiera, capaci di creare un contesto complessivo nel quale agire in un’ottica di sistema”.

Categoria: Comunicati stampa, Comunicati stampa 2019 | Tag: .