Federdistribuzione: dati in aumento, sostenuti dal Black Friday. Rimangono incertezze e preoccupazioni per il 2019

Milano, 10 gennaio 2019 – I dati Istat sul commercio al dettaglio relativi al mese di novembre 2018 registrano un incremento dell’1,6% rispetto a novembre 2017 nelle vendite a valore. L’alimentare segna un +1% e il non alimentare un + 2,1%. Il dato cumulato gennaio-novembre evidenzia un + 0,2% a valore e -0,2% a volume.

“Il dato positivo di novembre può essere stato influenzato dal Black Friday, un fenomeno commerciale che possiamo considerare di continuo successo– commenta Federdistribuzione –. La crescita dei prodotti non alimentari è infatti più accentuata di quella dei prodotti alimentari. Come sempre il segmento che rimane più vivace è quello dell’e-commerce (che registra un +22,4%), sostenuto questo mese anche dall’eccezionale momento promozionale del Black Friday”.

“Ci avviamo comunque a chiudere un 2018 estremamente deludente, con uno sviluppo a valore che sarà intorno allo zero e con una perdita di volumi. E i segnali più recenti sull’evoluzione dei consumi non sono incoraggianti: le vendite di Natale non hanno rappresentato un cambio di passo e anche i saldi invernali sono partiti un po’ in sordina”.

“Consumatori e imprese mantengono un atteggiamento di prudenza nei confronti di acquisti e investimenti; le incertezze sul futuro permangono e questo contribuisce a creare uno scenario complesso e preoccupante per il 2019 per tutto il settore del commercio”.

Categoria: Comunicati stampa, Comunicati stampa 2019 | Tag: .