Perché associarsi a FederDistribuzione

Per dare voce al commercio che mette al centro il cliente e le sue esigenze, alle aziende che seguono logiche industriali di efficienza, che applicano e rispettano i contratti, che creano valore insieme alle persone con le quali lavorano, che sanno porre in risalto le produzioni locali, che investono in Italia con sempre maggiore attenzione ai temi ambientali e dei territori, che fanno parte di comunità e di un Paese di cui condividono la forza e le debolezze così come le prospettive future.

Prospettive delle quali si vuole fare parte collaborando con le istituzioni europee, nazionali e locali per contribuire allo sviluppo, consci del fatto di essere uno dei fattori di crescita della produttività e di modernizzazione del Paese. Il commercio cresce se cresce il Paese, se aumentano i redditi delle persone e se il contesto sociale è orientato a una visione positiva del futuro. In questo contesto le imprese distributive esprimeranno tutto il loro potenziale, agendo in un quadro di grande concorrenza, a tutto vantaggio dei cittadini e dell’efficienza del settore.

Federdistribuzione rappresenta la parte strutturata e affidabile della distribuzione, quella che può essere definita “l’industria del commercio”: l’insieme delle imprese che attivano processi complessi, nel pieno rispetto delle regole e che hanno logiche organizzative e di gestione più simili a quelle industriali che a quelle del dettaglio internazionale. E’ la parte che guarda al futuro e non alla conservazione del passato, che innova, che vuole abbinare lo sviluppo tecnologico con la tutela dell’occupazione attraverso la promozione del merito e delle professionalità.

Far parte di Federdistribuzione significa fare una scelta di campo, voler partecipare, essere testimoni e attori del cambiamento, voler contribuire allo sforzo del Paese per un suo rilancio economico e sociale.

Federdistribuzione ha una struttura leggerissima: al centro di tutto ci sono le aziende associate, che ne guidano indirizzi e scelte attraverso un Comitato Esecutivo e collaborano, con i propri manager, nei gruppi di lavoro per definire obiettivi e strategie (sono oltre 30 i gruppi di lavoro attivi, mai burocratici, sempre orientati alla soluzioni di problemi e di sfide per il futuro).

La partecipazione attiva è quindi il principio sul quale si fonda l’essere associato a Federdistribuzione: una collaborazione proficua tra diversi soggetti, sempre svolta in ambito precompetitivo e nel rispetto delle regole dell’Antitrust, che porta al raggiungimento dei risultati e riconosce il valore della presenza di manager e aziende ai lavori della Federazione.

L’attività principale di Federdistribuzione è quindi quella di far lavorare insieme le proprie aziende associate per rappresentare i valori del settore e l’obiettivo è quello di riuscire a rappresentare alle Istituzioni la realtà di questo commercio “industriale”, in modo che le azioni legislative non lo penalizzino, ma ne consentano uno sviluppo e una crescita armonica con e per il Paese.

Federdistribuzione gestisce la negoziazione con le Organizzazioni Sindacali di riferimento del CCNL per le aziende aderenti e ne rappresenta e tutela gli interessi per le tutte le tematiche sindacali e del lavoro; fornisce informazioni e aggiornamenti sull’evoluzione normativa e sugli adempimenti amministrativi; promuove ogni attività o iniziativa finalizzata a supportare sotto il profilo tecnico-operativo ed organizzativo le aziende; segue le imprese nell’attuazione delle discipline commerciali a livello territoriale; elabora pubblicazioni sulle principali tematiche del settore; effettua monitoraggi e ricerche sull’andamento del settore e sull’apparato distributivo nazionale e internazionale; organizza convegni, riunioni e tavoli di confronto con gli operatori del mercato; analizza problematiche connesse con i piani regolatori, indirizzando la pianificazione delle iniziative imprenditoriali in sintonia con i criteri di programmazione urbanistica del territorio; mediante un’attenta analisi delle normative ambientali, favorisce lo svolgimento delle attività commerciali nel rispetto dell’ambiente e delle normative poste a tutela dello sviluppo sostenibile.