News - Sostenibilità

Presentazione del progetto LIFE-Food.Waste. StandUp in Veneto

Nell’ambito del progetto LIFE-Food.Waste.StandUp, lo scorso 6 ottobre si è tenuta la prima tappa del Roadshow nelle regioni italiane. All’interno del progetto, infatti, una delle attività di Federdistribuzione è rappresentata dall’organizzazione di eventi nelle regioni in cui viene affrontato il tema della gestione efficiente delle eccedenze alimentari.

Lo scopo è quello di “raccontare” il progetto LIFE-Food.Waste.StandUp, condividere best practices ed esperienze, raccogliere idee e scoprire modelli innovativi di riduzione dello spreco alimentare, coinvolgere le istituzioni locali in progetti concreti che comprendano anche una riduzione della tassa sui rifiuti per i soggetti che donano. Ad ospitare la prima tappa è stata la Regione Veneto, con la partecipazione degli Assessori allo Sviluppo Economico (Roberto Marcato) e ai Servizi Sociali (Manuela Lanzarin). La Regione Veneto ha aderito con convinzione alla nostra proposta, che ha rappresentato l’occasione per presentarsi come settore sostenibile e attento alle tematiche etiche e sociali, come è stato sottolineato anche dall’Assessore Marcato nel suo intervento. Sia la platea che la tavola rotonda erano composti da soggetti qualificati in rappresentanza dell’intera società civile: esponenti di organizzazioni del terzo settore, Università, aziende della distribuzione, giornalisti, Sindaci dei comuni e numerosi altri rappresentanti istituzionali. Nell’ambito dell’evento è stato sottoscritto un protocollo d’intesa tra Federdistribuzione e la Regione Veneto, al quale hanno aderito anche gli altri partner del progetto: Federalimentare (capofila), Unione Nazionale Consumatori e Fondazione Banco Alimentare Onlus. Obiettivo del protocollo è quello di formalizzare la collaborazione tra soggetti economici e istituzioni per avviare iniziative che possano portare fino al coinvolgimento dei comuni con l’obiettivo di ottenere la riduzione della tassa sui rifiuti per chi dona.

Articoli correlati