Sottoscritto da Federdistribuzione e Organizzazioni Sindacali il primo CCNL della DMO

Milano, 19 dicembre 2018 – E’ stato sottoscritto oggi da Federdistribuzione e le Organizzazioni Sindacali il primo Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (CCNL) della Distribuzione Moderna Organizzata (DMO) che riguarda oltre 220.000 lavoratori.

“Siamo particolarmente soddisfatti – dichiara Claudio Gradara, Presidente di Federdistribuzione –. Questo nuovo contratto rappresenta la conclusione positiva di un lungo iter negoziale e stabilisce l’avvio di una relazione costruttiva con i sindacati che ci porterà a discutere insieme i temi legati al lavoro, nell’ottica specifica del nostro settore. Potremo così essere più efficaci e rispondere alle esigenze di lavoratori e imprese cogliendo le opportunità di crescita e trovando soluzioni che ci consentano di sostenere le sfide dei prossimi anni, a partire dagli impatti di tecnologia e digitalizzazione, della coesistenza di commercio off line e on line e dello sviluppo sostenibile. Ritengo importante sottolineare il senso di responsabilità mostrato delle aziende associate in un momento storico nel quale sono state colpite dalla crisi dei consumi, tuttora perdurante”.

Il contratto, che scadrà a dicembre 2019, prevede un incremento retributivo di 85 euro lordi (parametrati al IV livello) e una “una tantum” di 889 euro.

Il nuovo CCNL stabilisce la costituzione di un ente bilaterale nazionale per iniziative di welfare: un ente snello, informatizzato e di facile accesso che si promette di essere, efficiente e coerente con le caratteristiche e le esigenze delle aziende distributive, concentrandosi sugli elementi fondamentali delle politiche di welfare.

E’ prevista anche la creazione di un nuovo fondo bilaterale di assistenza sanitaria, per riuscire a costruire un pacchetto di prestazioni specifiche per il settore.

Il contratto introduce inoltre un importante strumento di contrattazione aziendale che consentirà a sindacati e imprese di affrontare e gestire insieme le situazioni di particolare complessità che si presenteranno in futuro.

“Le novità introdotte nel primo CCNL della Distribuzione Moderna Organizzata gettano le basi per una nuova forma di collaborazione tra Organizzazioni Sindacali e Federdistribuzione, basata sul reciproco riconoscimento delle peculiarità del settore: un dialogo costruttivo che accompagnerà i processi di cambiamento che caratterizzeranno il settore negli anni futuri e che consentirà alla DMO di essere un fattore propulsivo dello sviluppo del Paese” conclude il Presidente Gradara.

Categoria: Comunicati stampa, Comunicati stampa 2018 | Tag: .