Logo Federdistribuzione

 
Ingresso Area Riservata
Associati

Mappa Italia
 
La rete di vendita della Distribuzione Moderna nelle regioni italiane

iniziative

PROGETTO LIFE
food waste standup

2° Bilancio di Sostenibiltà

Per approfondire, visita il sito:
http://www.federdistribuzione.it/progetto-life.php
http://www.lifefoodwastestandup.eu/it


LO SVILUPPO ITALIANO E IL RUOLO SOCIALE DELLA DISTRIBUZIONE MODERNA ORGANIZZATA

LO SVILUPPO ITALIANO E IL RUOLO SOCIALE DELLA DISTRIBUZIONE MODERNA ORGANIZZATA

Un modo nuovo e originale per raccontare la storia e l'impatto sulla società e sull'economia della Distribuzione Moderna Organizzata, oltre i luoghi comuni.


FEDERDISTRIBUZIONE
2° Bilancio di Sostenibilità di Settore

2° Bilancio di Sostenibiltà

Per approfondire, visita il sito:
http://www.federdistribuzionexlasostenibilita.it


partners

eurocommerce
ciesnet

consumers forum


WELCOME TO FEDERDISTRIBUZIONE
Benvenuti nel Portale di FEDERDISTRIBUZIONE

Federdistribuzione è organismo di coordinamento e di rappresentanza della distribuzione moderna.


Catene Distributive



 


COMUNICATI STAMPA

 

Dalla partnership con Et Labora nasce l’”Accademia Federdistribuzione”

Milano, 10 ottobre 2017 – Federdistribuzione, l’associazione espressione della Distribuzione Moderna Organizzata, e la fondazione Et Labora, Ente autorizzato a livello regionale per i servizi di ricerca e selezione e per il supporto alla ricollocazione del personale, hanno sottoscritto un protocollo di intesa. Scopo del protocollo è quello di promuovere una collaborazione nell’ambito delle politiche del lavoro e della formazione, condividendo strategie ed azioni per rafforzare i sistemi formativi e di incontro tra domanda e offerta.

L’accordo si propone di favorire l’orientamento dei giovani nel mondo del lavoro attraverso la realizzazione dell’Accademia Federdistribuzione, che avrà l’obiettivo di sviluppare, attraverso una formazione specifica, le attitudini comportamentali e professionali dell’assistente alle vendite in aziende leader del settore retail.

Il percorso formativo sarà sviluppato con un modulo di lezioni in aula da 80 ore e un periodo di esperienza pratica di tre mesi all’interno di un’azienda aderente al progetto e associata a Federdistribuzione. La prima edizione dei corsi partirà il 23 ottobre 2017 ed è prevista l’organizzazione di due classi da 15 allievi ciascuna.

“Siamo molto soddisfatti di questo accordo che si propone di intensificare il dialogo tra il mondo delle imprese e quello della formazione – commenta Francesco Quattrone, Direttore Area Lavoro di Federdistribuzione – I percorsi formativi scelti pongono l’accento sulle caratteristiche peculiari del lavoro nel settore della Distribuzione Moderna Organizzata. Una formazione mirata a preparare i giovani sull’organizzazione del lavoro in team e in ambienti strutturati, sui valori che accompagnano la crescita professionale, sulla centralità del cliente. In poche parole, pensare retail”.

“La Fondazione Et Labora è impegnata a creare percorsi formativi che assicurino l’acquisizione delle professionalità richieste dalle imprese. Le trasformazioni economiche e tecnologiche in corso hanno aperto una sfida per imprese e lavoratori, vecchie professionalità risultano superate e servono nuovi profili professionali per rilanciare servizi e professioni in forme rinnovate. Nel dialogo avviato con Federdistribuzione si è programmato un intervento formativo capace di rispondere alle nuove esigenze del retail ma anche di prevedere collaboratori che abbiano una maggiore capacità di rispondere alla sfida dell’innovazione nel campo della grande distribuzione” ha dichiarato il Presidente di Et Labora Massimo Ferlini.

 

Federdistribuzione: la nuova disciplina pone i presupposti per un mercato solido e coerente. Ora promuovere i buoni elettronici

Milano, 13 settembre 2017 – Il 9 settembre 2017 sono entrate in vigore le nuove norme che regolamentano l’utilizzo dei buoni pasto.

La nuova disciplina introduce alcuni elementi di novità nel loro impiego da parte dei consumatori. I principali sono: il possibile utilizzo cumulato fino a 8 buoni; l’allargamento dei prodotti acquistabili, che devono comunque essere prodotti alimentari, gli unici per i quali l’esercente può accettare i buoni pasto (no quindi a detersivi, abiti, ecc); la titolarità del buono pasto, che può essere utilizzato solo dall’intestatario; l’ampliamento delle categorie di esercizio nelle quali i buoni possono essere utilizzati. In questo modo si contribuisce a fare chiarezza su punti che nel passato avevano visto comportamenti che andavano oltre le disposizioni previste.

Vengono regolamentati anche alcuni aspetti dei rapporti tra operatori della filiera dei buoni pasto: viene confermato il divieto per le società emittenti di richiedere commissioni più elevate rispetto a quelle dichiarate in sede di aggiudicazione dalla gara Consip, che devono ricomprendere tutte le attività necessarie e sufficienti al corretto processo di acquisizione, erogazione e fatturazione del buono pasto; viene confermata la facoltà per gli esercizi convenzionati di non aderire alla richiesta di eventuali ulteriori servizi aggiuntivi: nel caso in cui la società emettente rifiuti il convenzionamento per la mancata accettazione di ulteriori servizi aggiuntivi, si configurerà una prassi contrattuale scorretta e di concorrenza sleale.

Questo nuovo impianto normativo prevede anche, all’interno del Codice Appalti, regole specifiche sui requisiti delle società emittenti che contribuiscono ad attribuire solidità e coerenza al mercato dei buoni pasto.

“Per completare il cambiamento avvenuto – dichiara Giovanni Cobolli Gigli, Presidente di Federdistribuzione - occorre ora promuovere l’utilizzo dei buoni elettronici lavorando sull’implementazione di un POS unico capace di accettare i buoni da qualsiasi società siano emessi e prevedere un presidio sulla corretta applicazione della norma”.

 

Federdistribuzione: estate 2017, negozi sempre aperti a Milano

Anche quest’anno le imprese associate a Federdistribuzione garantiranno ad agosto il consueto servizio ai cittadini che rimarranno in città.

Milano, 7 agosto 2017 – Anche per l’estate 2017 le aziende aderenti a Federdistribuzione, l’associazione espressione della Distribuzione Moderna Organizzata, garantiranno l’apertura dei punti vendita, fornendo così un servizio completo e continuativo ai cittadini che, per necessità o per scelta, resteranno in città. I negozi saranno sempre aperti nei giorni feriali e molti lo saranno anche la domenica e nella giornata festiva di Ferragosto.

Nel prossimo mese di agosto i Milanesi potranno trovare aperti 273 negozi (194 alimentari e 79 non alimentari) appartenenti alle imprese associate a Federdistribuzione tra Centri Commerciali, piccoli e grandi super, discount, grandi magazzini e superfici specializzate nei diversi prodotti non alimentari. Di questi ben 163 offriranno inoltre il servizio a domicilio.

Ad essere garantito, inoltre, non è soltanto lo shopping o la quotidiana spesa alimentare. Negli ultimi anni i punti vendita della distribuzione moderna sono diventati sempre più degli hub fornitori di servizi utili per i consumatori, che vi possono trovare servizi anche molto importanti, come ad esempio, in alcuni di maggiori dimensioni, i corner dedicati alla vendita dei farmaci, quelli cosiddetti “da banco” (OTC) e quelli Senza Obbligo di Prescrizione (SOP). A questi servizi essenziali si possono aggiungere anche tutta una serie di servizi accessori come la spesa on-line, la vendita di ricariche telefoniche, la stampa delle foto, i servizi di sartoria, il pagamento di bollettini e, soprattutto nei punti vendita più grandi, servizi assicurativi, agenzie viaggio o la vendita di carburanti (in quest’ultimo caso con un risparmio medio per i consumatori di circa 10 centesimi).

“Anche questa estate i punti di vendita aperti sono molto numerosi e distribuiti su tutto il territorio comunale – commenta Giovanni Cobolli Gigli, Presidente di Federdistribuzione - a testimonianza della volontà delle aziende associate a Federdistribuzione di rendere sempre più efficace il proprio servizio ai cittadini che lo richiedono e dimostrano di apprezzarlo. Assicurare negozi aperti tutto il mese di agosto, domeniche e festività comprese, vuol dire inoltre sostenere l’economia milanese, offrendo un servizio anche ai turisti che abitualmente visitano la città”.

Per quanto riguarda le domeniche e le festività di agosto, nelle prime due domeniche del mese (6 e 13 agosto) saranno aperti rispettivamente 224 e 217 negozi (pari all’ 82% e al 79,5% del totale). Nelle successive domeniche del 20 e 27 agosto cittadini e turisti potranno contare su 220 e 238 punti vendita nei quali poter fare gli acquisti necessari (pari all’ 80,6% e all’ 87,2% del totale).
Nella giornata di martedì 15 agosto, le saracinesche saranno alzate per 190 punti vendita, il 69,6% del totale.

“Le aperture durante i mesi estivi hanno assunto, ormai, un carattere di servizio sociale nei periodi in cui storicamente le città sono meno popolate – prosegue Cobolli Gigli – assicurando un servizio essenziale e migliorando la vita delle persone che rimangono in città. Pensiamo ad esempio ai più anziani, che altrimenti dovrebbero percorrere lunghe distanze sotto il sole per arrivare ad un negozio aperto e che possono anche trovare un’occasione di sollievo dall’afa estiva”.

La lista completa dei punti vendita aperti è disponibile sul sito www.federdistribuzione.it