FD, FCD e HDE scrivono alla Commissione europea

La situazione di profonda crisi in cui versano le imprese della distribuzione non alimentare, conseguente alla pandemia, deve essere riconosciuta a livello europeo dalla Commissione e affrontata nell’ambito del Recovery Plan, previsto per domani.

Al fine di evitare che la crisi diventi strutturale, si chiede che venga data agli Stati Membri la possibilità di attuare immediatamente misure forti per sostenere la fiducia e i consumi delle famiglie con effetti che, si stima, andranno al di là dell’ecosistema del commercio al dettaglio, avvantaggiando l’intera economia.

Questo il messaggio che Federdistribuzione, insieme a FCD e HDE, le associazioni del retail di Francia e Germania, hanno inviato oggi in una lettera alla Presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen.

Categoria: Primo piano | Tag: .