Inflazione in rallentamento ma consumi deboli. Un danno tornare a parlare di chiusure domenicali

Milano, 4 febbraio 2019 – I dati provvisori per il mese di dicembre diffusi oggi dall’Istat registrano un tasso complessivo d’inflazione pari al +0,9% rispetto allo stesso mese del 2018.
“Il 2019 si è aperto con un ulteriore rallentamento dell’inflazione, confermando la tendenza del mese precedente a causa del raffreddamento della dinamica dei prezzi dei beni energetici – dichiara Claudio Gradara, Presidente di Federdistribuzione –. Anche l’inflazione di fondo cala leggermente, attestandosi su valori non preoccupanti (+0,5%)”.
“Ciò che allarma per il 2019 è l’evoluzione dei consumi, che rimane estremamente debole – continua Gradara –. Archivieremo il 2018 con vendite al dettaglio sostanzialmente ferme e i primi segnali dell’anno (saldi) non sono incoraggianti. Lo specchio di questa situazione è il clima di fiducia delle imprese, ormai in diminuzione da sette mesi”.
“Occorre ridare fiducia a consumatori e imprese, e in questo senso il riemergere del tema delle chiusure domenicali e festive certamente non aiuta, introducendo elementi di ulteriore incertezza e freno all’economia che si aggiungono a un quadro già complesso e orientato a un rallentamento complessivo” conclude il Presidente di Federdistribuzione.

Categoria: Comunicati stampa, Comunicati stampa 2019 | Tag: .