Ottobre consolida previsione per 2018 di stagnazione.Dalla Legge di Bilancio più risorse per investimenti e incentivo ai consumi

Milano, 7 dicembre 2018 – I dati Istat sul commercio al dettaglio relativi al mese di ottobre 2018 registrano un +1,5% rispetto a ottobre 2017 nelle vendite a valore. L’alimentare segna un -0,1% e il non alimentare un +0,3%. Il dato cumulato gennaio-ottobre evidenzia un +0,1% a valore e -0,4% a volume.

“A ottobre si conferma la dinamica altalenante delle vendite al dettaglio – dichiara Claudio Gradara, Presidente di Federdistribuzione – L’unica componente costantemente positiva rimane l’e-commerce, che questo mese tocca un picco a +24,4% mentre il dettaglio tradizionale continua più fragile nel suo sviluppo”.

 “Per il 2018 si sta consolidando un trend preoccupante, con un dato complessivo che sarà vicino allo zero a valore e negativo a quantità. Un passo indietro rispetto al pur modesto +0,9% a valore del 2017, che riflette le incertezze del consumatore che ancora non ha chiarezza sul futuro e sta frenando gli acquisti e che penalizzerà ulteriormente le imprese sugli indicatori di redditività, costrette a misurarsi con strutture di costi rigidi e in aumento e vendite deboli”.

“La Legge di Bilancio, attualmente in discussione e revisione, deve essere l’occasione per ridare fiducia a consumatori e imprese attraverso un programma credibile di riforme e interventi, puntando a imprimere slancio agli investimenti privati e pubblici e sviluppando una politica di sostegno per i redditi delle famiglie che sia realmente in grado di alimentare i consumi” conclude Gradara.

Categoria: Comunicati stampa, Comunicati stampa 2018 | Tag: .