I Mestieri nella DMO

sintesisviluppoposizione

Sintesi

Mestieri del Retail è un progetto sviluppato da Federdistribuzione, nato nei primi mesi del 2015, avente lo scopo di valorizzare le professionalità che contraddistinguono il settore della Distribuzione Moderna Organizzata e di definire l’azione della Federazione in tema di Politiche Attive del Lavoro anche alla luce delle novità e delle opportunità offerte dal Jobs Act in materia di: incentivi all’occupazione, tipologie contrattuali, ricollocazione e formazione. A tal fine è stato costituito un apposito Gruppo di Lavoro (GDL), composto dai responsabili della formazione e della selezione delle aziende associate, che si riunisce con cadenza trimestrale e svolge la funzione di sviluppo e coordinamento delle differenti proposte di politica attiva, nonché di scambio di informazioni in relazione all’evoluzione dei fabbisogni professionali delle medesime

All’interno di uno scenario economico complesso ancora caratterizzato dalla riduzione della spesa per i consumi da parte delle famiglie e dal calo delle vendite, la definizione di efficaci politiche attive del lavoro – intese come quel mix di azioni finalizzate ad offrire opportunità formative, occupazionali e di reimpiego/reinserimento lavorativo – può diventare strategico per offrire concrete possibilità di sviluppo delle competenze dei lavoratori verso le sempre più incerte esigenze della domanda.

Da sempre, invero, le aziende appartenenti al settore della DMO mostrano attenzione alla valorizzazione ed all’accrescimento delle competenze della forza lavoro. Va opportunamente rilevato infatti che, nonostante la congiuntura caratterizzata da una bassa crescita economica, gli investimenti nella formazione sono più che raddoppiati nel decennio 2006-2016 (+151%). La DMO si qualifica, per propria tradizione, come il settore in cui si effettuano iniziative formative, si dà occupazione ai giovani che vogliono imparare “il mestiere” e si promuove lo sviluppo e l’aggiornamento professionale dei collaboratori.

Sulla base dei presupposti che precedono ed in relazione alle novità normative intercorse negli ultimi anni (dal Jobs Act alla politica per il supporto del rilancio dell’occupazione giovanile Garanzia Giovani) si è ritenuto opportuno strutturare, nell’ambito delle iniziative attuate da Federdistribuzione, il progetto Mestieri del Retail.

Mestieri del Retail valorizza le professionalità che contraddistinguono il settore della DMO e definisce l’azione della Federazione, in tema di politiche attive del lavoroA tal fine è stato costituito un apposito Gruppo di Lavoro che persegue l’obiettivo di implementare i seguenti interventi nell’ambito di tre aree: formazione, occupazione (giovani) e ricollocazione. In particolare, negli ultimi anni, è stato possibile:

  • avviare la strutturazione di una vera e propria “Accademia del Retail”, avente lo scopo di agevolare l’incontro tra la domanda e l’offerta di lavoro attraverso la creazione di “ponti” tra il mondo accademico e dell’istruzione e della formazione professionale con il settore della DMO.

Nello specifico, il 10 ottobre 2017, Federdistribuzione e la Fondazione Et Labora hanno sottoscritto un protocollo, avente lo scopo di favorire l’orientamento dei giovani nel mondo del lavoro attraverso la realizzazione di una Academy per lo sviluppo, attraverso una formazione specifica, delle attitudini comportamentali e professionali dell’assistente alle vendite in aziende leader del settore retail;

  • coordinare interventi di lobby finalizzati alla eliminazione di vincoli normativi per facilitare la fruizione degli incentivi alle assunzioni;
  • definire partnership istituzionali, come quella realizzata con ANPAL Servizi (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro) grazie alla quale il GDL:
  • promuove e realizza sessioni informative sul tema degli incentivi all’assunzione, nazionali e regionali;
  • individua fonti di finanziamento/iniziative di politiche attive del lavoro per la formazione/qualificazione/riqualificazione delle figure professionali delle aziende della DMO
  • partecipa ad alcuni avvisi pubblici (ad es. “Botteghe di Mestiere” volto a favorire la trasmissione Il 2016 è stato un anno che si è caratterizzato per la progettazione di azioni volte a strutturate un network di interlocutori (Italia Lavoro, Regione Lombardia, agenzie per il lavoro, ecc.), al fine dello sviluppo di misure dirette a cogliere le opportunità offerte dagli incentivi alle assunzioni, dall’apprendistato, dalla formazione professionale, da Garanzia Giovani, ecc. mirate al soddisfacimento delle esigenze espresse dalle aziende.
    Il 2017, con l’auspicio che prendano avvio le iniziative dell’ANPAL per un più efficiente funzionamento del mercato del lavoro, dovrà qualificarsi come anno di “start up” per la concreta attuazione degli interventi condivisi dal Gruppo di Lavoro, anche mediante la costante interlocuzione istituzionale con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e del Ministero dell’Università e della Ricerca, al fine della creazione di un vero e proprio sistema di politiche attive del lavoro di Federdistribuzione.ai giovani di competenze specialistiche e il ricambio generazionale nei mestieri).

Posizione FD

In considerazione del valore sempre più strategico delle policy formative e del lavoro l’attività del GDL, anche mediante la costante interlocuzione con gli stakeholder istituzionali, continuerà nella definizione di un vero e proprio sistema di politiche attive del lavoro di Federdistribuzione attraverso: 1) il confronto con il mondo accademico e della formazione per cercare di curvare l’offerta formativa ai fabbisogni espressi da settore; 2) l’individuazione di possibili azioni a sostegno del c.d. active ageing e della riqualificazione professionale al fine di agevolare l’acquisizione, anche da parte dei lavoratori più adulti, delle professionalità legate all’utilizzo delle nuove tecnologie.