Salute e sicurezza sul lavoro

sintesisviluppoposizione

Sintesi

La particolare attenzione riservata al tema della Salute e Sicurezza nei Luoghi di Lavoro da parte delle Aziende della Distribuzione Moderna Organizzata associate a Federdistribuzione trova riscontro in modelli di gestione strutturati e avanzati, rispondenti anche alla complessità del comparto, caratterizzato dalla plurilocalizzazione delle Aziende associate. La volontà di perseguire elevati livelli di tutela è spesso resa difficoltosa dalla proliferazione di linee ed indirizzi di livello territoriale che, oltre a non avere una cogenza propria in quanto non dotate di valore normativo, finisce per sovrapporsi in maniera confusa ed impropria con la normativa nazionale Federdistribuzione continuerà ad offrire il proprio contributo presso i tavoli istituzionali, intervenendo a difesa di un sistema omogeneo e garante della tutela della Salute e Sicurezza sul Lavoro.

Le Aziende della Distribuzione Moderna Organizzata (DMO) associate a Federdistribuzione presentano da sempre elevati standard di Salute e Sicurezza, realizzati non solo attraverso l’attenta osservanza della normativa vigente ma anche attraverso l’applicazione di modelli gestionali internazionali.

I diversi aspetti della Salute e Sicurezza sul Lavoro vengono declinati all’interno di un comparto che presenta un carattere peculiare, la plurilocalizzazione, ossia la diffusione dei punti vendita delle Aziende associate sull’intero territorio nazionale, che inevitabilmente si traduce in dimensioni ma soprattutto in scelte organizzative molto complesse, in pianificazioni e in programmazioni su larga scala anche in materia di Salute e Sicurezza, per le quali chiarezza ed univocità nell’interpretazione e nell’applicazione della norma da parte degli organi competenti si rivela fondamentale e funzionale alla realizzazione di un sistema di tutele efficiente.

Le esigenze di Aziende così ben strutturate si scontrano, invece, con prassi, orientamenti e linee di indirizzo differenti o addirittura discordanti a livello regionale, ma anche provinciale.

Se da un lato, infatti, la materia della Salute e Sicurezza sul Lavoro rientra nella legislazione concorrente tra Stato e Regioni, ex art. 117, comma 3, della Costituzione, che riconosce a queste ultime potestà legislativa, pur nel rispetto dei “principi fondamentali” fissati dallo Stato, dall’altro si assiste ad un raro utilizzo di tale potere, a fronte, invece, di una eccessiva produzione di linee di indirizzo locali, pertanto non aventi natura cogente, tuttavia utilizzate come riferimenti durante le attività ispettive da parte degli organi di vigilanza, anche ai fini sanzionatori.

Posizione FD

Riteniamo che su una materia di così alto valore sociale sia di vitale importanza la certezza della norma e la garanzia di una sua uniforme interpretazione su tutto il territorio nazionale anche da parte degli organi di ispezione e vigilanza. A tal fine, l’azione della Federazione sarà costantemente orientata al contrasto e alla limitazione di ogni fenomeno interpretativo di livello territoriale. La Federazione supporterà ogni intervento volto a ricondurre sotto la competenza esclusiva dello Stato la materia della tutela della Salute e Sicurezza sul Lavoro, auspicando, inoltre, che la gestione degli organi di ispezione e vigilanza sia posta sotto la regia dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro. Un contributo significativo che Federdistribuzione offre e continuerà ad offrire alle proprie Aziende associate è il presidio presso le sedi istituzionali, a tutela di maggiore uniformità in sede di normazione.