Nei primi 8 mesi del 2019 vendite ancora deboli. Nella Legge di Bilancio no all’aumento dell’Iva.

Milano, 8 ottobre 2019 – I dati Istat sul commercio al dettaglio relativi al mese di agosto 2019 registrano un incremento del +0,7% rispetto ad agosto 2018 nelle vendite a valore. L’alimentare segna un +1,1% e il non alimentare un +0,4%.

“Per il terzo mese consecutivo le vendite al dettaglio mostrano un segnale positivo, anche se il dato di agosto è in rallentamento rispetto ai due mesi precedenti – commenta Claudio Gradara, Presidente di Federdistribuzione –. Un’indicazione incoraggiante, che contribuisce a mitigare l’andamento altalenante delle vendite nei periodi precedenti, ma che porta il dato relativo agli otto mesi del 2019 a un modesto +0,6% a valore. Siamo quindi ancora in un quadro di consumi deboli e incapaci di sostenere la crescita del Paese”.

“La prossima Legge di Bilancio deve essere lo strumento per invertire questa deriva, scongiurando una volta per tutte gli aumenti ma anche eventuali rimodulazioni delle aliquote Iva e configurandosi con una vera impronta espansiva, dando nuovo potere d’acquisto alle famiglie per rilanciare i consumi e incentivi alle imprese per riorganizzare le proprie strutture con criteri di innovazione e tecnologia per accelerare negli investimenti” conclude il Presidente di Federdistribuzione.

Categoria: Comunicati stampa, Comunicati stampa 2019 | Tag: .