Più inflazione e meno consumi. Necessaria scossa con la Legge di Bilancio per ridare slancio al Paese

Milano, 30 novembre 2018 – I dati provvisori per il mese di novembre diffusi oggi
dall’Istat registrano un tasso complessivo d’inflazione pari al +1,7% rispetto allo stesso
mese del 2017.
“Seppur lentamente l’inflazione continua a crescere, registrando a novembre il dato più
alto dall’inizio dell’anno – commenta Claudio Gradara, Presidente di Federdistribuzione – Un’erosione continua del potere d’acquisto delle famiglie, che finisce per frenare la domanda interna e quindi la ripresa del Paese, come testimoniano i dati Istat sul terzo trimestre dell’anno che sanciscono addirittura un calo congiunturale dei consumi del – 0,1% (+0,7% su base annua)”.

“Ci si avvia a concludere un 2018 davvero modesto dal punto di vista della crescita e in
significativo rallentamento rispetto all’anno precedente, con consumatori e imprese che
vedono pochi spiragli per il futuro e vivono un sentimento di incertezza relativo ai
prossimi mesi: in questo senso la cartina di tornasole è il costante calo di fiducia delle
imprese, che dura ormai da 5 mesi consecutivi e che sta determinando una diminuzione
degli investimenti (-1,1% nel terzo trimestre 2018 rispetto al trimestre precedente)”.

“Diventa indispensabile imprimere una scossa attraverso la Legge di Bilancio, ridando
slancio agli investimenti privati e pubblici e sviluppando una politica di sostegno per i
redditi delle famiglie che sia realmente in grado di alimentare i consumi” conclude
Gradara.

Categoria: Comunicati stampa, Comunicati stampa 2018 | Tag: .